Pionieri dell'Equity Crowdfunding Immobiliare in Italia

8 Novembre 2023

BuildBull: Pionieri dell'Equity Crowdfunding Immobiliare in Italia

In un'epoca in cui l'innovazione finanziaria si intreccia sempre più con le tecnologie digitali, BuildBull emerge come una delle prime tre piattaforme di crowdfunding in Italia ad essere autorizzate dalla Consob e dalla Banca d'Italia, segnando un momento storico per il settore fintech nazionale. Questa autorizzazione, in linea con il nuovo regolamento europeo ESMA, non solo conferma la posizione di BuildBull come pioniere nel panorama del crowdfunding, ma sottolinea anche la sua affidabilità e trasparenza, essenziali in un ambito tanto delicato quanto quello degli investimenti immobiliari. 

 

La delibera 22860 del 25 ottobre rappresenta un sigillo di eccellenza per BuildBull, che si distingue per essere tra le prime piattaforme a ricevere tale riconoscimento in Italia. Questo traguardo è il risultato di un percorso di conformità e di un impegno costante verso l'innovazione e la sicurezza, che ha permesso a BuildBull di guadagnarsi la fiducia degli investitori e delle autorità di regolamentazione.

 

Ma cosa significa esattamente essere autorizzati dalla Consob e dalla Banca d'Italia? Questo accredito è paragonabile alla procedura di accreditamento di un istituto finanziario, un processo notoriamente rigoroso e complesso che attesta la solidità e l'affidabilità di un'entità nel settore finanziario. Per BuildBull, ottenere tale autorizzazione equivale a un imprimatur di qualità e sicurezza per gli investitori che scelgono di affidare i propri capitali alla piattaforma.

 

BuildBull si presenta come una startup innovativa, pronta a lanciare una nuova piattaforma di Equity Crowdfunding Immobiliare. Questa forma di finanza alternativa permette agli investitori di partecipare al finanziamento di progetti immobiliari, con l'obiettivo di ottenere un ritorno economico. La visione di BuildBull è quella di creare un ponte tra piccoli e grandi investitori e i principali attori del mercato immobiliare, democratizzando l'accesso agli investimenti in questo settore.

 

La piattaforma si avvale dell'infrastruttura CrowdCore, sviluppata da FolkFunding, che si è affermata come un partner affidabile nel mercato del crowdinvesting. Con standard di affidabilità elevati e una solida conformità alle normative europee,CrowdCore è la spina dorsale tecnologica che permette a BuildBull di operare con efficienza e sicurezza.

 

L'approvazione di BuildBull arriva in un momento cruciale per il settore del crowdfunding in Italia. Fino a poco tempo fa, nessuna piattaforma era già in regola con le nuove norme UE, mentre ora, con l'entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo, BuildBull si posiziona all'avanguardia, pronta a sfruttare le nuove opportunità che il mercato offre.

 

In conclusione, l'autorizzazione ottenuta da BuildBull non è solo un traguardo per la startup, ma un segnale forte per il mercato italiano e internazionale. Indica che l'Italia è pronta a giocare un ruolo di primo piano nel settore dell'Equity Crowdfunding Immobiliare, grazie a piattaforme come BuildBull che incarnano valori come innovazione, trasparenza e sicurezza. Per gli investitori, sia piccoli che grandi, ciò rappresenta una nuova frontiera di opportunità in un settore in continua evoluzione.